Risotto al Barbera

Il risotto al barbera è un piatto di media difficoltà che regala profumi intensi e gradevoli al tempo stesso, .

Innanzitutto rispondiamo a questa simpatica domanda: si dice risotto al barbera o risotto alla barbera?

Diciamo che se ci riferiamo al piatto ha poca importanza in quanto il concetto è chiaro, c’è invece una sostanziale differenza se si antepone alla parola barbera l’articolo maschile oppure quello femminile: infatti quando si dice “il” barbera si intende il vitigno a bacca rossa più coltivato in Piemonte, che ha nella freschezza la sua caratteristica peculiare, mentre “la” barbera è il vino che ne deriva, un vino che nel corso degli ultimi venti anni ha raggiunto delle punte di eccellenza vitivinicola, soprattutto grazie al lavoro di alcuni produttori che hanno creduto nelle sue capacità di invecchiamento se opportunamente vinificato e affinato. E pensare che era da sempre considerata poco più che un buon vino da pasto…

Ma veniamo alla nostra ricetta!

Risotto al barbera

Ingredienti (dosi per 4 persone)

  • 400 g di riso Carnaroli
  • 1litro di brodo di carne di manzo
  • 2 bicchieri di vino Barbera
  • 2-3 cucchiai di passata di pomodoro (rigorosamente fatta in casa!)
  • 50 g di burro
  • un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva
  • 1 cipolla
  • salvia
  • rosmarino
  • noce moscata
  • Parmigiano grattugiato

Preparazione

Portare ad ebollizione il brodo in una pentola capiente

Dopo aver tagliato la cipolla dapprima in quattro spicchi e poi a quadratini scaldare all’interno di una padella larga l’olio e 25g di burro. Preparare il soffritto a fuoco lento disponendovi la cipolla tagliata insieme alla salvia e al rosmarino. Nel frattempo scaldare leggermente il vino e quando la cipolla sarà appassita versarne metà nella padella e rialzare la fiamma fino a quando non sarà del tutto evaporato e asciugato.

A quel punto aggiungere il riso Carnaroli facendolo appena tostare e solo a quel punto versare il vino rimasto insieme alla passata di pomodoro e finalmente aggiungere un mestolo di brodo bollente.

E’ fondamentale da ora in avanti che la fiamma sia piuttosto alta e mescolare continuamente il riso per far sì che possa cuocere in maniera uniforme. Continuare ad aggiungere altro brodo di volta in volta che il riso lo assorbe fino a quando il riso non sarà ben al dente.

Per ammorbidire il riso ammantecarlo con il resto del burro, del parmigiano reggiano (attenzione a non esagerare, sono sufficienti un paio di pugni) e una spolverata di noce moscata.

Impiattare e servirlo caldissimo, anche se c’è chi, come il sottoscritto, lo preferisce solamente caldo per goderne maggiormente i sapori.

sequenze risotto al barbera_

Abbinamento consigliato

Per questo piatto naturalmente l’abbinamento è scontato, per questo di vini (barbera) ve ne proponiamo un paio:

Se gradite maggiormente un vino che esalti maggiormente le caratteristiche del vitigno barbera provate il Barbera d’Alba DOC Munbèl 2014 di Fabrizio Battaglino, se invece ne preferite uno di tradizione più moderna con una bella struttura allora la Barbera d’Alba DOC 2013 Zabaldà della cantina La Bioca è il vino che fa per voi!

Barbera d’Alba DOC Munbèl 2014 - BattaglinoBarbera d’Alba DOC Munbèl 2014Barbera d'Alba DOC 2013 Zabaldà - La BiòcaBarbera d’Alba DOC 2013 Zabaldà

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *